CRODO – Luca Longo seminarista ossolano da oggi diacono

CRODO – Luca Longo seminarista ossolano, originario di Crodo 28 anni, il 10 ottobre alle 15 verrà ordinato diacono dal vescovo di Novara monsignor Franco Giulio Brambilla nella cattedrale di Novara. Diplomato geometra, dopo aver svolto il lavoro di falegname a Crodo per circa un anno e aver prestato servizio come geometra in una ditta edile di Crevoladossola per circa 3 anni e mezzo, nel 2014 decise di ambiare vita «Quando capisci che il Signore è tutto nella tua vita – dice –  non rimane altro che dire: “Eccomi, sia fatta la tua volontà»  nel settembre entrò  in seminario a Novara. Dopo un anno propedeutico, di discernimento  il biennio filosofico e il  triennio teologico  ora  è  al sesto  anno di teologia, anno diaconale in vista dell’ordinazione sacerdotale a giugno 2021. 

Vuol parlarci di come è stato questo percorso di studi ? 

«Sembrava un cammino tanto lungo e troppo impegnativo, lontano da casa e dagli affetti più cari ma poi nell’estate del 2014 la grande decisione, presa con coraggio e grande affidamento nel Signore e nei miei santi protettori San Michele, San Giuseppe e Santa Lupercilla. Passo dopo passo grazie alla costanza negli studi e alla guida dei superiori del seminario S.Gaudenzio mi sono sempre più interrogato sulla mia vocazione, sulla mia vita ed ha sempre più corrisposto a questa chiamata al sacerdozio. Si potrebbe dire che sono arrivato ormai alla fine dell’inizio! Sono davvero contento e trepidante di ciò che tra pochi giorni vivrò».

Ci sono stati dei sacerdoti  importanti per la sua scelta vocazionale? 

Per il mio cammino spirituale sono stato seguito da don Ezio Rametti, allora parroco di Baceno mentre per il cammino pastorale-parrocchiale  ho avuto come guida don Luciano Piumarta allora parroco di Crodo mancato purtroppo con mio grande dispiacere, lo scorso 27 giugno. Don Piumarta, mi ha fatto amare ciò che è l’azione pastorale cio che il prete è portato a fare in una parrocchia. 

Come vivrà questa tappa?

È una tappa importante del cammino dove ci sono attese, ma senza troppe pretese. In molti mi chiedono cosa mi aspetto dall’ordinazione in poi, quali sono i desideri pastorali, ma sinceramente non mi aspetto grandi cose perché non mi sento di dover fare dei calcoli, l’esperienza mi ha portato a dire che quando calcoli tutto con precisione il Signore proprio in quel momento ti cambia la vita. Pensando a cosa sarà per me l’ordinazione penso ad una parola che può riassumere tutto ciò che mi sento di vivere: affidamento. Sì, voglio affidarmi innanzitutto al Signore conformandomi sempre più in Lui, con i miei pregi e difetti e poi al mio vescovo. Meditando sul rito d’ordinazione mi colpisce molto il momento in cui davanti a monsignor vescovo dovrò porre le mie mani tra le sue mente mi chiede rispetto ed obbedienza; questo passaggio sarà emozionante e di totale e libera volontà nel dire: sono nelle tue mani, quelle mani  che tra qualche mese mi ordineranno sacerdote per la chiesa universale».

Cosa si aspetta concretamente da questi mesi prima dell’ordinazione? Il modo di vivere una nuova realtà di chiesa, di parrocchia, non più solo di formazione ma di una maggiore responsabilità nel luogo in cui sarò destinato, ancora non si sa dove e con quali incarichi. A chi mi incontrerà spero di poter trasmettere ciò che in questi anni ho fatto maturare e crescere nella fede e nei rapporti umani. Spero e penso di poter vivere i luoghi sempre vissuti della mia amata Ossola anche se probabilmente non la abiterò più stabilmente, sarà un modo diverso, con un impegno diverso che è quello di servire la chiesa e i suoi membri con dedizione e disponibilità». 

Per l’immaginetta dell’ordinazione diaconale Luca Longo ha scelto la frase : “In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli” Gv 15,8. 

A causa dell’emergenza sanitaria Covid 19 la partecipazione alla celebrazione sarà riservata ai parenti. Verrà trasmessa la diretta streaming su www.facebook.com/passionovara  www.youtube.com/user/passionovara/live. 

Domenica 11 alle 11 nella chiesa parrocchiale Santo Stefano a Crodo ci sarà la messa di ringraziamento seguirà un aperitivo. 

Mary Borri.

silvia

Sito cattolico per divulgare informazioni religiosa su Medjugorje e le chiese del Verbano Cusio Ossola", con registrazioni, audio e video. L'autrice del sito da Medjugorje al Lago Maggiore Silvia Gerosa ha vissuto e lavorato come infermiera volontaria a Medjugorje. Racconterà le sue esperienze vissute durante gli ultimi vent'anni della sua vita a Medjugorje con commenti, foto, poesie, meditazioni e preghiere. Per ciò che riguarda le apparizioni, i veggenti, la storia di Medjugoje, la parrocchia, le attualità, informazioni vari e ciò che accade a Medjugorje, ricorrerà in gran parte al sito ufficiale della parrocchia di Medjugorje. Su ogni pagina o informazione scritta, copiate dal sito ufficiale della parrocchia di Medjugorje scriverà la fonte e il copyright del sito ufficiale della parrocchia, come lo prevede il regolamento del sito ufficiale di Medjugorje.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento