Monica Falocchi, simbolo della lotta al Covid a Domodossola

 

DOMODOSSOLA – Il 17 luglio dopo il turno di lavoro l’infermiera Monica Falocchi di Brescia il volto simbolo della lotta al Covid  è arrivata a Domodossola  a vedere il suo ritratto  realizzato da Barbara Nahmad esposto in vetrina nella casa De Rodis dalla Collezione Poscio. Venerdì  è stato infatti  l’ultimo giorno   dell’esposizione dell’opera nell’ambito della mostra da titolo “umanomoltoumano” , 13 ritratti a Casa De Rodis.   Un dipinto realizzato a partire dalla foto di Monica Falocchi coordinatore infermieristico della prima rianimazione  degli ospedali di Brescia, scattata da Andrea Frazzetta, andata sulla copertina del New York Times Magazin.  

L’infermiera dopo aver saputo dell’esposizione ha voluto vedere il ritratto e ha incontrato Stella Poscio coordinatrice della Collezione Poscio si è emozionata e commossa davanti al suo ritratto e con la mente è andata ai giorni di emergenza dell’epidemia. «Mi riconosco assolutamente e trovo questo quadro molto bello. Mi trasmette un’emozione forte ha detto – sono io, mi riporta al periodo trascorso dell’emergenza Covid.  Nei miei occhi c’era l’emozione, la paura dell’emergenza che non dava segno di arrestarsi, c’era la stanchezza di ore e ore di lavoro. La paura di non riuscire a gestire tutti i problemi e i pazienti che arrivavano uno dopo l’altro, una foto rubata in piena attività lavorativa. E’ stato un caso non avrei pensato di finire sulla copertina del New York Times.  

« Lo strazio umano e psicologico è stato grande . Arrivavano pazienti con la fame d’aria che è davvero terribile. Tra infermieri e medici -prosegue – evitavamo di guardarci negli occhi per non piangere perché con la mascherina non potevamo farlo. Cercavamo di bere anche il meno possibile per evitare di andare in bagno. Perché voleva dire togliersi l’armatura e perdere tempo prezioso. Lavoravamo 13- 14 ore al giorno. In un giorno abbiamo avuto 820 accessi in ospedale –  ha detto l’infermiera – in quel periodo avevamo come congelato le nostre emozioni ed ora  è partito nell’ospedale un servizio psicologico  per offrire aiuto ai sanitari sottoposti a stress da turni e traumi emotivi in corsia durante l’emergenza.  internamente la “ ferita’ di un periodo drammaticamente intenso non è ancora rimarginata. 

Non immaginavo che la fotografia scattata in un attimo rubato, sarebbe finita sulla copertina di una rivista di quella portata. Il tam tam mediatico mi ha sorpresa e in parte gratificata. Mi auguro solo di aver ben rappresentato la categoria che ha avuto la visibilità che merita. La professione infermieristica è una professione seria che richiede costante aggiornamento ». 

In molti casi sono stati medici a dare  l’ultimo conforto alle persone in fin di vita. «Il sacerdote presente all’interno della struttura non poteva accedere al nostro reparto solo Covid – ha detto Monica Falocchi- abbiamo chiesto supporto al sacerdote su come potevamo comportarci per l’estrema unzione. C’erano infermieri preparati e quando era il momento ci ritrovavamo, nel limite del possibile in più persone, per dare l’estrema unzione con l’olio Santo. Mi auguro che non torni una seconda ondata perchè il personale è sempre lo stesso fino ad oggi non abbiamo avuto nessun incremento».   Monica Falocchi originaria della Val Camonica non era  mai stata a Domodossola ed è rimasta favorevolmente colpita dalla Piazza Mercato.  Stella Poscio ha consegnato all’infermiera una riproduzione del quadro esposto in Piazza Mercato. “E’ stato un grande incontro – ha detto Stella Poscio – che da spessore e vita a quello che abbiamo cercato di rappresentare”.

Mary Borri

silvia

Sito cattolico per divulgare informazioni religiosa su Medjugorje e le chiese del Verbano Cusio Ossola", con registrazioni, audio e video. L'autrice del sito da Medjugorje al Lago Maggiore Silvia Gerosa ha vissuto e lavorato come infermiera volontaria a Medjugorje. Racconterà le sue esperienze vissute durante gli ultimi vent'anni della sua vita a Medjugorje con commenti, foto, poesie, meditazioni e preghiere. Per ciò che riguarda le apparizioni, i veggenti, la storia di Medjugoje, la parrocchia, le attualità, informazioni vari e ciò che accade a Medjugorje, ricorrerà in gran parte al sito ufficiale della parrocchia di Medjugorje. Su ogni pagina o informazione scritta, copiate dal sito ufficiale della parrocchia di Medjugorje scriverà la fonte e il copyright del sito ufficiale della parrocchia, come lo prevede il regolamento del sito ufficiale di Medjugorje.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento